Home » REGOLAMENTO C.E.A.N.

REGOLAMENTO C.E.A.N.

TESTO DEL REGOLAMENTO C.E.A.N.

PREMESSE

-          La sentenza del TAR Lazio Sez. Terza Bis n.°R.P.C. 8765/2015 nel pronunciarsi sul ricorso n.8533/2012 proposto da UNCI e CONFSAL nei confronti del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali evidenzia che l’art. 39 della Costituzione “garantisce la piena libertà sindacale e quindi anche le sigle sindacali sfornite di maggiore rappresentatività possono legittimamente stipulare Contratti Collettivi e definire trattamenti retributivi ,e ciò è posto a tutela dei lavoratori dei quali l’art. 39 costituisce baluardo costituzionale, garantendo il modello pluralistico dell’organizzazione del lavoro” ; 

-          Nel settore edile le singole imprese , che hanno l’obbligo di iscriversi alla Cassa Edile , devono rimanere libere di applicare il Contratto Collettivo che preferiscono ,diritto che ha una sua precisa garanzia costituzionale nell’art. 39 e che nessuna legge e ,meno che meno, nessun decreto ministeriale potrebbe anche indirettamente limitare. Conseguentemente le aziende che si iscrivono alla Cassa Edile Autonoma Nazionale sono libere di applicare il CCNL che preferiscono. 

-          Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in una missiva, ritiene opportuno puntualizzare che ,in base alla normativa vigente , i comitati paritetici e gli enti bilaterali sono espressione dell’autonomia contrattuale e pertanto, non necessitano di alcun accreditamento da parte de Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ; 

-          Il 01/07/2015 è entrato in vigore il decreto interministeriale 30/01/2015 in attuazione dell’art. 4 comma 1 del D.L. 34/2014 recante “semplificazioni in materia di documento unico di regolarità contributiva”. L’art 2 comma 1 del predetto decreto ,in continuita’ con analoga disposizione già contemplata del D.M. 24/10/2007 ,prevede che “ai sensi dell’art.2 ,comma 1 ,lettera h) del decreto legislativo 10 settembre 2003 ,n. 276, le Casse Edili competenti ad attestare la regolarità contributiva sono esclusivamente quelle costituite da una o più associazioni dei datori di lavoro e dei prestatori di lavoro stipulanti il contratto collettivo nazionale e che siano, per ciascuna parte , comparativamente più rappresentative sul piano nazionale “. Le casse edili, aventi i requisiti di cui sopra, sono tenute ad osservare il cd principio di reciprocità in base al quale si assicura il reciproco riconoscimento dei versamenti operati presso ciascuna cassa edile operante sul territorio nazionale. Insomma, giusta sentenza del Consiglio di stato sul ricorso n.° registro generale 43 del 2015 proposto da CENAI è ragionevole restringere l’area dei possibili beneficiari del servizio (rilascio DURC) con riferimento alle Organizzazioni che offrono maggiori garanzie di serietà e stabilità e di maggiore rappresentatività sul piano numerico degli associati nonché in quello territoriale. Ai sensi dell’art.86 c. 10 lettera b) del D.Lgs n. 276/2003 il DURC può essere rilasciato oltre che dall’Inps e dall’Inail ,per quanto di rispettiva competenza ,anche dalle casse edili le quali stipulano una apposita convenzione con i predetti istituti al fine del rilascio di un documento di regolarità contributiva; 

-          Alla data di sottoscrizione del presente regolamento la C.E.A.N non ha ancora sottoscritto la convenzione con l’inps e/o l’Inail per il rilascio del DURC e pur tuttavia è interesse della CEAN e conseguentemente anche di FEDERAZIENDE creare le condizioni affinchè gli aderenti alla CEAN e/o gli associati a FEDERAZIENDE ottengono il DURC ; 

-          La C.E.A.N. (Cassa Edile Autonoma Nazionale Artigianato ed Industria) è stata regolarmente costituita con atto del 01/09/2015 registrato il 07/09/2015 al n.° 2918 Serie III c/o l’Agenzia delle Entrate di Lecce. In Data 01/10/2015 ha regolarmente stipulato una convenzione per adesione con l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale avente ad oggetto la riscossione dei contributi da destinare al finanziamento della Cassa. E’ stato espressamente pattuito tra INPS e CEAN che l’Istituto Previdenziale non potrà utilizzare le somme destinate alla cassa per recuperare crediti contributivi non corrisposti dalle aziende, è invece possibile ,da parte delle aziende, compensare crediti di natura fiscale e/o previdenziale per il pagamento dei contributi alla Cassa stante la circostanza che i versamenti dovuti alla CEAN verranno eseguiti a mezzo F24 e non con MAV. Inoltre in data 01/10/2015 CEAN e Italia Previdenza SISPI SpA hanno stipulato contratto di servizi grazie al quale SISPI fornirà a CEAN i dati prelevati dal sistema UNIEMENS e relativi ai versamenti e alle denunce individuali eseguiti dalle aziende a favore dell’Ente e i dati finanziari da F24. Sulla vicenda è intervenuto in data 20/10/2015 con Risoluzione AdE n. 89/E il Direttore Centrale dell’Agenzia delle Entrate (Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti) che ha emanato la causale contributo “EDIL” da indicare sul modello F24 per il versamento dei contributi da destinare al finanziamento della CEAN. Per tutta risposta il Direttore Generale Inps dott. Cioffi in data 03/11/2015 ha emanato la Circolare n.176 informando tutti i Dirigenti Centrali e periferici delle SAP INPS d’Italia della convenzione stipulata in data 01/10/2015 tra Inps e CEAN. 

TANTO PREMESSO SI APPROVA IL SEGUENTE REGOLAMENTO.

Art. 1 – ISCRITTI – Sono iscritti alla CEAN ,a norma del vigente regolamento oltre alle aziende del settore edile aderenti a FEDERAZIENDE ,tutti i lavoratori alle dipendenze di datori di lavoro che , sotto qualsiasi ragione sociale ,anche cooperativistica esercitano attività edile ed affine in Italia.

Art. 2 – DENUNCIA NOMINATIVA DEI LAVORATORI OCCUPATI – I datori di lavoro sono tenuti a trasmettere mensilmente per via telematica una denuncia nominativa dei lavoratori occupati nel mese precedente. Tale denuncia deve essere trasmessa alla CEAN entro il giorno sedici del mese successivo rispetto al periodo di paga cui si riferisce, indipendentemente dalla circostanza che abbia effettuato o meno il versamento dovuto alla CEAN. Inoltre nella stessa data in cui si dovesse manifestare la volontà di iscrivere la ditta alla CEAN e/o in cui sono variati dati ed informazioni già denunciate/i, relativi all’azienda e/o alla forza lavoro della stessa ,si procederà con le relative denunce utilizzando la modulistica pubblicata sul sito istituzionale della CEAN: http://www.cassaedileautonomanazionale.it/ . Tutte le denunce devono essere inserite sul telematico CEAN al quale si accede previo accreditamento e solo dopo aver ottenuto le credenziali chiedibili alla Cassa Edile Autonoma Nazionale Artigianato ed Industria a mezzo richiesta da inviarsi all’indirizzo di posta elettronica certificata cassaedilenazionale@pec.it - 

Art. 3 – L’impresa è tenuta a dichiarare nella denuncia mensile, per ciascun lavoratore, il numero di ore ,lavorate e non (specificando le causali d’assenza), non inferiori a quanto contrattualmente previsto. Per ogni lavoratore deve essere inoltre indicato il cantiere presso il quale ha prevalentemente prestato servizio nel mese di riferimento.

Art. 4 – L’impresa è tenuta ad inserire nella denuncia mensile l’elenco completo dei cantieri attivi, indicando per ogni cantiere il relativo imponibile mensile.

Art.5 – L’impresa è tenuta ad indicare nella denuncia l’eventuale sospensione, temporanea o definitiva , dell’attività dell’impresa stessa, intervenuta nel mese di riferimento.

Art. 6 –RESPONSABILITA’– I dati contenuti nelle denunce trasmesse per via telematica alla CEAN, si intendono redatti sotto la piena responsabilità del titolare o del legale rappresentante dell’impresa.

Art. 7 – VERSAMENTI ALLA CEAN – I versamenti a favore della CEAN devono essere effettuati a mezzo F24 entro il giorno 16 del mese successivo rispetto al periodo di paga cui sono riferiti. Gli F24 pagati e le relative ricevute di pagamento vanno inserite nel telematico sempre entro il 16 del mese successivo rispetto al periodo di paga cui sono riferiti. In difetto l’azienda risulterà irregolare.

Art. 8 – AZIONI LEGALI VERSO LE IMPRESE IRREGOLARI – Per le imprese che non avranno ottemperato ai versamenti previsti dall’articolo 7, la CEAN provvederà a contestare in forma scritta l’inadempienza, sollecitando la regolarizzazione. In assenza di riscontri affiderà la pratica al legale, conferendogli ampio mandato affinchè possa fare ricorso a tutti gli strumenti di legge ritenuti idonei al recupero del credito. Resta inteso che il legale provvederà preliminarmente ad un formale ed ultimativo invito affinchè l’impresa provveda al versamento entro e non oltre giorni 10 dal ricevimento della comunicazione. Qualora anche in questo caso non si ottenessero riscontri si procederà al recupero forzoso delle somme non versate.

Art. 9 – MODULISTICA – La modulistica da utilizzare da parte degli addetti ai lavori è quella pubblicata sul sito istituzionale della CEAN alla data di utilizzo della stessa.

Art. 10 – SITO ISTITUZIONALE – Il sito internet ufficiale della CEAN è : www.cassaedileautonomanazionale.it

Art. 11 – Con la domanda di adesione alla CEAN, l’impresa conferisce , altresì , procura speciale all’iscrizione in nome e per conto della medesima azienda ad una delle casse edili autorizzate dal Ministero del Lavoro al rilascio del DURC e che abbiano stipulato apposita convenzione con INPS e/o INAIL. Conseguentemente ciascuna azienda dovrà rispettare anche il regolamento previsto da detta Cassa. Le somme incassate dalla CEAN (che equivalgono alla somma tra euro 20,00/mese per dipendente e quanto dovuto alla Cassa Edile presso cui la CEAN ha iscritto l’azienda a seguito di conferimento di procura speciale) vengono riversate, dalla stessa alla Cassa Edile presso cui la ditta è stata iscritta a seguito di conferimento di procura speciale.

La CEAN curerà in nome e conto dei propri aderenti le iscrizioni e variazioni oltre che le denunce mensili alla Cassa Edile, di cui sopra, presso cui ciascun azienda è stata iscritta. Resta inteso che per le somme non versate alla CEAN dalle imprese edili non potranno essere riversate e resteranno esclusivamente a carico delle imprese , giammai della CEAN.